Biscotti-Pasqua-cudduraci-italian-easter-cookies

Scroll down for English version

Questi dolci di Pasqua raccontano la storia di una bambina che ha iniziato a mettere le mani in pasta molto presto… ancora oggi, ormai donna, adora farlo per dispensare amore ai suoi cari.

Biscotti-Pasqua-cudduraci-italian-easter-cookies-6 Biscotti-Pasqua-cudduraci-italian-easter-cookies-5

Sono i dolci di Pasqua a me più cari questi biscotti dal nome un po’ buffo, i cudduraci. E’ uno dei primi dolci che ho iniziato a preparare con mia mamma, seguendo la ricetta originale per i cudduraci calabresi che preparava la mia nonna, calabrese doc.

E’ una ricetta a cui sono tanto affezionata e non l’ho mai modificata, ho solo deciso di aggiungere il mio tocco leggermente rustico (e “salutistico”) usando farina di farro e zucchero di canna al posto dei più comuni analoghi raffinati. 

Biscotti-Pasqua-cudduraci-italian-easter-cookies-3 

Il profumo di questi biscotti, ogni morso alla loro morbida frolla mi fa tornare bambina…

Ho voluto rendere omaggio a questa originale ricetta raccontandone la storia, ed il passo passo su come realizzarla, in un post che trovate su iFood.

Biscotti-Pasqua-cudduraci-italian-easter-cookies-4

Vi ricordo che mi trovate anche su Facebook, Twitter, InstagramBloglovin’Google+.
Buona Pasqua <3
Alice

english

Cudduraci” is the name of typical Italian cookies from Calabria, where they are prepared during the week before Easter holidays. The name of these cookies comes from the greek term kollura meaning “bun”, that is the simplest and most common shape for these Italian Easter cookies.

Their wonderfully scented dough made of flour, sugar and eggs marked the end of food narrowness imposed by the Lenten period. The eggs were often used as an ingredient for the cookie dough and boiled, as a decoration added on the top of the cookies just before baking.

Old tales say that young girlfriends used to prepare a “cudduraci” cookie to their boyfriend. It was heart-shaped or “small woman” shaped. In the latter case, the girls would add a boiled egg on the “belly” of the cookie, as a good auspice for their future children. The largest was the cookie, the strongest the love for the loved one.

The “Cudduraci” cookies are made of a soft pastry prepared with simple ingredients, their shapes spring from the work of expert woman hands over the years, a shower of sugar sprinkles makes them perfect to celebrate.

This recipe is an ancient tradition full of love and taste, to be handed down with joy to your children. They will be so happy to help you prepare the Italian Easter cookies!
 Biscotti-Pasqua-cudduraci-italian-easter-cookies-1

Italian Easter cookies "Cudduraci"
Serves 8
Write a review
Print
Ingredients
  1. 375g all purpose or spelt flour
  2. 130g brown sugar
  3. 90g sunflower, corn or soybean oil
  4. 3 organic eggs
  5. 12g baking powder
  6. 1 lemon
  7. 1 small glass anisette
  8. 1 teaspoon vanilla extract
  9. colored sugar sprinkles
  10. 1 small glass milk
Instructions
  1. Sift together flour and baking powder on a board, form a pile with high sides.
  2. Add to the center of the pile the eggs, sugar, oil, anisette and vanilla extract.
  3. Start kneading with your hands; when the dough has formed a soft mass, add the whole lemon zest.
  4. Continue kneading until you get a soft, compact cookie dough that does not stick to your hands anymore.
  5. Put the cookie dough in the fridge for 15 minutes at least.
  6. Meanwhile, turn on the oven to 350°F and line two large baking sheets with parchment paper.
  7. Take the cookie dough from the fridge and form the cookies, into the shapes you like. Just take care that every cookie has a uniform thickness, little less than 1 inch.
  8. The typical Italian Easter cookies shapes are braided buns. I also choose to make doves. Doves are obtained by two nuts of dough: from the first you have to shape a "U" (the dove's wings), put it on the baking sheet. From a second cookie doughnut form a cylinder to be placed on the "U", to form the body. Slightly pinch with your fingers the ends of the dove's body, to give shape to its head and tail (see photo below).
  9. Brush the biscuits with milk and decorate with colored sugar sprinkles.
  10. Bake for 18 to 20 minutes, until the Italian Easter cookies surface is lightly browned.
  11. Let the cookies cool completely then serve.
Notes
  1. The Italian Easter biscuits (Cudduraci) keep for up to 2 weeks, closed in an airtight container or a cookie tin.
RicetteVegolose http://www.ricettevegolose.ifood.it/

Biscotti-Pasqua-cudduraci-italian-easter-cookies-7

Biscotti-Pasqua-cudduraci-italian-easter-cookies-2

I remind you can follow RicetteVegolose also on FacebookTwitter, Instagram, Bloglovin’ and Google+.
Have a happy Easter <3
Alice

14 Comments

  • 2 anni ago

    In prossimità delle feste mi piace riscoprire ricette della tradizione anche diverse dalla mia e questi biscotti hanno proprio qualcosa di magico 🙂 Bravissima Ali e felice Pasqua anche a te e famiglia <3

    • 2 anni ago

      Hai proprio ragione è bello scoprire le varie tipicità! Un abbraccio e felici feste altrettanto :*

  • 2 anni ago

    Adoro questo tipo di ricette, i biscotti tradizionali e rustici sono quelli che amo di più 🙂
    Ti mando un abbraccio e ti auguro una Pasqua piena di gioia!
    Un bacione cara :**

    • 2 anni ago

      Carissima <3 Allora abbiamo un'altra passione in comune oltre a cucina e fotografia, i biscotti rustici ! Un bacione grande e un augurio di giornate felicissime :*

  • 2 anni ago

    Non li ho mai assaggiati ma sono certa siano i tipici biscotti tradizionali che non deludono mai!!
    Un bacione Alice e ancora auguri!!

    • 2 anni ago

      Hai proprio indovinato sono quei biscotti rustici che sanno di casa, un buon motivo per alzarsi la mattina ed inzupparli nel caffè, quel dolcino pomeridiano che appaga e migliora la giornata… un bacione e felici feste altrettanto :*

  • 2 anni ago

    Che buoni che devono essere! E quanto sono carini!
    Tanti tanti auguri di buona Pasqua

    • 2 anni ago

      Grazie care! Sono davvero deliziosi 😛 Un abbraccio buone feste anche a voi <3

  • 2 anni ago

    Ma sai che non sapevo proprio che ci fossero dei biscotti tradizionali di Pasqua? I nostri blog servono anche a questo, a far cultura gastronomica e a mantenere vive le tradizioni. I biscotti sono assolutamente bellissimi e immagino anche super buoni, mi hai messo la curiosità di assaggiarli. Un abbraccio

    • 2 anni ago

      Mantenere vive le tradizioni è proprio una bella parte del nostro “mestiere” di foodblogger 😉 Grazie per la visita, un abbraccio anche a te!

  • Sono semplicemente bellissimi, non avevo avuto modo di godermeli appieno su iFood ed ora invece li ho direttamente mangiati con gli occhi. Brava e splendida tu <3

    • 2 anni ago

      Cara Monica <3 Mi fa tanto, ma tanto piacere... chissà che non potrò farteli assaggiare dal vivo prima o poi! Un bacione :*

  • 2 anni ago

    Non avevo mai sentito parlare di questi biscotti e mi fa ridere il fatto che abbiano un nome cosi “serioso” ma poi in realtà sono carinissimi e coloratissimi… il tocco della farina di farro e zucchero di canna é top, ma si sa, per questo sei una garanzia!

    • 2 anni ago

      Cara Margherita 🙂 Hai proprio ragione, il nome è serioso mentre il carattere di questi biscotti è assolutamente giocoso e divertente! Mi fa piacere l’apprezzamento sul mio tocco… sono sempre molto attenta a scegliere ingredienti più sani e gustosi possibili e per i palati attenti e consapevoli fa assolutamente la differenza! Un abbraccio a presto :*

Rispondi

CONSIGLIA Torta di mais
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: